Il sexy club del cioccolato

Love Lab Shop 01 ago, 2017 Blog 0 Colpire: 149

Care amiche oggi vi parlo delle palline vaginali, ne esistono di mille tipi...

Alla luce dei miei 36 anni penso che questa decisione di voler condividere con te mia cara Lovelabbina la rubrica del #sexyclubdelcioccolato # sia stata una delle scelte più sagge mai fatte.

Mi entusiasma la sola idea di poter aiutare dietro a una tastiera una mia collega, una fatta di carne e cuore come me.

E' di questo che voglio parlare oggi, della “carne” , del nostro desiderio di scoprire e di avere anche noi, finalmente voglia di conoscere il nostro sesso, la nostra tanto desiderata indipendenza sessuale.

Dopo tanti anni qui dentro mi ero convinta del fatto che gli uomini fossero gli unici a poter godere del mondo dei giocattoli tanto colorati e divertenti e che se solo se ne avessero portato uno tra le lenzuola del proprio letto avremmo potuto goderne.

Eh no, finalmente non è più cosi, ringraziamo tutte in coro la nostra dolce Anastasia che piroettando tra scene a mio parere anche ridicole di 50 sfumature “ di tutti i colori” ha fatto in modo di sdoganare questo fantastico mondo piccante!

Cara Anastasia GRAZIEEEEEEEEEEE, la tua espressione calda, soddisfatta e tanto eccitata nell'indossare le palline o kegel (per chi non volesse cedere alla tentazione di definirlo un oggetto sessuale), dicevo la tua espressione ci ha fatto scoprire quanto noi donne sappiamo godere e sappiamo farlo anche meglio di alcuni maschietti.

Esistono mille tipi di palline:

palline colorate, palline in silicone, palline vibranti, palline con grammatura diversa, palline in jelly persino palline senza filo e in vetro.

La kegel, in onore di un simpatico ginecologo tedesco che ha voluto perfezionarle, (nome tecnico-medico della pallina) nasce in Cina e prende il nome di Ben Wa, erano in avorio; pensate che sono state ideate per il piacere maschile ma solo dopo un po' qualche donna, sveglia, ha pensato di provarle scoprendo quanto potessero essere adatte per solleticare la vagina.

Le palline, come dicevo, sono di diversi tipi ma partono tutte dallo stesso principio; una sfera vuota che all' interno contiene una pallina più piccola ma piena, di peso differente in base alla richiesta, semplice, si indossano inserendole in vagina si balla per qualche secondo il Tuca Tuca e poi siete pronte.

Alzatevi, camminate e andate a fare la spesa, le consiglio alle donne più lunatiche a quelle umorali, praticamente a tutte noi, a quelle che si svegliano già incazzate col mondo intero.

Vedrete, il macellaio che odiate, il pescinvendolo che chiacchiera troppo, sopporterete anche loro, basta che muoviate qualche passo in più per sentire un brivido che cattura la schiena e i vostri recettori.

Ecco, animatamente ho voluto spiegarti cosa vuol dire indossare le palline!

Altro effetto e non meno importante è che spesso vengono indicate come terapia medica dai ginecologi  per preparare l'utero delle

neo mammine al parto o per evitare e ritardare un prolasso vaginale, in questo caso la questione diventa tecnica e per avere informazioni maggiori basta documentarvi bene dal vostro medico.

Solitamente consiglio alle mie dolci signore di lubrificare la zona intima con del gel a base d'acqua, pocooooo

se scivolano troppo rischiate di non sentire nulla!

Noi, non siamo egoiste, in questo simpatico ballo del Tuca Tuca possiamo gentilmente invitare anche il nostro partner, eh si cara amica la pallina può anche diventare un gradevole, eccitante gioco di coppia..il vostro partner può giocare inserendo una pallina alla volta e eccitarsi nel durante ed ecco che tutto sarà più bello, più caldo.

Cara mia Anastasia non sarai più l'unica a godere di questa meravigliosa collana di perle.

Commenti

Lascia il tuo commento